Post Taggati ‘Pulizie’

SPORCO? FACCIAMOLO MANGIARE AI BATTERI!

BY: Staff AZ Services Point

Non tutti i batteri sono cattivi, ci sono anche quelli che svolgono lavori utili e altri ancora la cui missione è l’eliminazione selettiva dello sporco. Ed è proprio grazie a questi invisibili microrganismi che biopulitura e biorestauro stanno prendendo sempre più piede nel campo del restauro delle opere d’arte, di cui il nostro Paese abbonda, ma la cui sopravvivenza è spesso messa a repentaglio a causa della sporcizia e dell’inquinamento.

Biopulitura e biorestauro sono metodologie innovative e sostenibili che si servono di una serie di batteri appositamente selezionati per restaurare le opere d’arte in maniera innocua, economica ed eco-compatibile. Di questi batteri “amici dell’arte”, l’Enea, l’Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica, ne ha già selezionati 500 ceppi, ognuno con particolari caratteristiche a seconda del tipo di ripristino da effettuare.

A seconda del loro metabolismo, infatti, i batteri utilizzati per la biopulitura sono in grado di dissolvere colle, caseina, cere e resine, gesso, carbonati, inquinanti ambientali e depositi misti, pulendo alla perfezione pietra, carta, marmi e addirittura dipinti murali.

E i risultati sono decisamente stupefacenti come si può notare dalla Testa di donna di Quadrelli, opera esposta per lungo tempo agli agenti inquinanti urbani, dove i residui causati dall’inquinamento sono stati completamente rimossi riportandola come nuova.

testa_di_donna_quadrelli

Dal 2015 fatturazione in Reverse Charge per i servizi di pulizia

BY: Staff AZ Services Point

Con la Legge di Stabilità 2015 cambiano le regole per la fatturazione dei servizi di pulizia: per tamponare l’evasione dell’imposta, il meccanismo del Reverse Charge viene esteso anche ai servizi di pulizia. Ne deriva che chiunque effettuerà tale servizio dovrà emettere fattura senza applicazione dell’imposta, ma con l’indicazione “inversione contabile”. Sarà poi cura del committente assolvere al versamento dell’imposta in regime di Reverse Charge al posto del fornitore che non entrerà quindi mai in possesso dell’Iva, esorcizzando il rischio di omissioni di versamento all’Erario e quindi di frodi ai danni dello Stato.

Ma per le imprese di pulizia si registrano alcune complicazioni: il testo della legge parla soltanto di “servizi di pulizia”, escludendo altri servizi quali facchinaggio, custodia accessi, giardinaggio. Per questo motivo l’impresa potrà scegliere se emettere una fattura unica con all’interno indicato il servizio di pulizia, soggetto a Reverse Charge, e le voci relative agli altri servizi con l’applicazione dell’Iva in modo tradizionale (quindi da incassare) o altrimenti emettere due fatture, una per il servizio di pulizia soggetto a Reverse Charge e l’altra per gli altri servizi soggetti a regime Iva tradizionale (da incassare).

iva

 

Le 5 S

BY: Staff AZ Services Point

Dal libro “La via della pulizia. Per migliorare gli individui, le imprese e la società”.

Magia del numero 5: cinque benefici del pulito. Ripassiamo l’argomento delle “5 S”, un esercizio che è molto utile a tutti quelli che gestiscono le aziende:

Si parte dal Seiri (separazione): in questo caso ci si riferisce alla necessità di separare le cose che servono da quelle che non servono, che andranno buttate. Le cose inutili vanno buttate e quelle utili vanno impiegate nel miglior modo possibile.

Viene poi il Seiton (sistemazione): bisogna mettere chiunque in condizione di trovare le cose necessarie, in qualsiasi momento, e fare in modo che esse siano sempre utilizzabili. A tale scopo, bisogna definire e indicare con esattezza, usando le didascalie, la loro ubicazione. Se si svolgono alla perfezione le attività di separazione e sistemazione cominceranno ad aumentare sia il rendimento che l’efficienza sul lavoro.

Passiamo al Seiso: pulizia, nel senso di “passare all’azione”. Pulizia significa pratica. Si tratta di utilizzare direttamente le proprie mani e i propri piedi, e il corpo tutto. Se si pratica alla perfezione la pulizia, comincerà ad aumentare la qualità del proprio lavoro.

Seiketsu significa “strutturazione”: occorre mantenere nel tempo la situazione per la quale separazione, sistemazione e pulizia sono fatte come si deve. Inoltre è necessario creare un sistema che non causi sporcizia e non porti al disordine. Se si mette in atto una buona strutturazione e standardizzazione, si acquisirà la capacità di elaborare idee geniali e di attuare migliorie.

Infine ci vuole Shitsuke (disciplina): non si tratta di svolgere le attività di sistemazione, separazione, pulizia e strutturazione perché ci sono delle direttive o degli ordini, o ancora perché sono dettate da regole o obblighi esterni, ma bisogna assimilarle come se fossero abitudini. Se la disciplina attecchisce veramente sul posto di lavoro, di sicuro lo spirito aziendale migliorerà.

Onegai shimasu, sensei Kagiyama.

CONTATTI

INDIRIZZO
AZ SERVICES POINT S.r.l.
Via Grandi 28 - 20090 Segrate (MI)
TELEFONO | FAX
Tel: +39 02 26 92 50 98
Fax: +39 02 36 57 62 69
INDIRIZZO MAIL
info@azservicespoint.com
SIAMO CERTIFICATI