Post Taggati ‘Facility Management’

Retail 360

BY: Staff AZ Services Point

Dalla collaborazione fra Luca Parrino Retail e Az Services Point Srl è nata Retail 360, la piattaforma che, sul territorio nazionale, si occupa di ricerca e contrattualizzazione di location commerciali e alla successiva gestione dei servizi secondo i principi del Facility Management. Un servizio integrato per i Brand che vogliono valutare fornitori di alta qualità, flessibili e con grande esperienza nel mondo del Retail.Retail 360 logo

MEGLIO PREVENIRE CHE CURARE…

BY: Staff AZ Services Point

Per la sicurezza sul lavoro è sempre consigliabile fare attenzione ai mezzi in dotazione al personale: la sentenza 12683/15 della Cassazione ha infatti ribadito l’obbligatorietà per il datore di lavoro di verificare la conformità di strumenti e attrezzature da lavoro fornite ai dipendenti.

Nel caso oggetto di contenzioso, un imbianchino incaricato da un’impresa edile di verniciare una parete, dopo essere salito di sua iniziativa su una scala a pioli sprovvista di elementi antisdrucciolo di proprietà dell’impresa, è caduto riportando delle lesioni. Di queste lesioni è stato incolpato il datore di lavoro, non per mancata formazione, ma perché l’attrezzatura in dotazione all’azienda non rispettava le più elementari ed evidenti norme antinfortunistiche. In particolare, il datore di lavoro è stato ritenuto responsabile di avere obbligato l’operaio a lavorare a più di due metri dal suolo in assenza di idonee protezioni da cadute, utilizzando invece una scala di legno a pioli, priva di elementi antisdrucciolo e appoggiata semplicemente ad una parete. Ecco perché la Cassazione ha condannato l’impresa, nonostante l’imprudenza dell’operatore.

Pertanto, che si tratti di un’azienda edile, di un’impresa di pulizie o di manutenzioni, è comunque sempre consigliabile assicurarsi che i mezzi in dotazione al personale siano in regola con le etichettature e le normative in materia di sicurezza.

AZ Services Point è un Facility Management che opera su tutto il territorio nazionale nell’ambito della manutenzione ambientale, avvalendosi di una fitta rete d’imprese specializzate nel settore. Ecco perché tutti gli interventi che vengono effettuati sono rigorosamente garantiti dalla previa raccolta e verifica della documentazione necessaria per la Sicurezza sul Lavoro e la Responsabilità Solidale, controllo fondamentale per non incorrere in sanzioni penali, amministrative e civili.

sicurezza-sul-lavoro

Quale sarà il futuro delle aziende italiane?

BY: Staff AZ Services Point

Una nuova generazione di consumatori, ma anche di lavoratori, questo il quadro che si è delineato al 16° Facility Management Day al quale ha preso parte anche AZ Services Point.

Il Convegno ha drasticamente evidenziato come la realtà produttiva italiana risulti oggi viaggiare a due velocità, divisa tra aziende pronte a cogliere i mutamenti sociali ed economici in atto ed altre, purtroppo la maggioranza, ancora legate a modelli di gestione e stili di lavoro tradizionali. Modelli e stili che però vacillano sempre più man mano che vengono a contatto con la nuova generazione di consumatori e di lavoratori.

È ormai evidente infatti che i giovani lavoratori di oggi rendono al meglio in aziende dotate di pochissimi gradini gerarchici, dove il lavoro è visto come un’attività collaborativa e senza un rigido controllo da parte dei superiori. Il progressivo ricambio generazionale forzerà quindi le aziende ad adattarsi a questo modello, più consono a produrre con tempi e modi adatti a rispondere anche alle richieste dei nuovi consumatori.

Ecco dunque quale sarà la sfida che dovranno affrontare le aziende per mantenersi competitive, oltre ovviamente al continuo e inevitabile aggiornamento tecnologico, per evitare che gli stessi lavoratori si trovino a dover lavorare con strumenti e apparecchiature meno funzionali di quelli di cui dispongono a casa.

E allora come sarà l’ufficio del prossimo futuro?

Sarà sicuramente un ufficio ipertecnologico, con strumenti e spazi in grado di facilitare al massimo la comunicazione e la collaborazione tra i dipendenti. E sarà certamente uno spazio flessibile, che funzionerà non secondo rigidi orari imposti arbitrariamente, ma adattandosi ai ritmi e alle esigenze di ogni persona.

Le aziende che incominceranno fin d’oggi ad adattarsi alla nuova realtà avranno vinto la sfida del futuro!

futuro azienda

Il Facility Management per migliorare il benessere sul posto di lavoro

BY: Staff AZ Services Point

Un recente studio condotto da professionisti internazionali ha evidenziato quanto i servizi di Facility Management possano accrescere, oltre alla produttività dell’azienda, anche il benessere dei suoi dipendenti, grazie a una migliore qualità di vita.

Per condurre l’indagine sono stati intervistati 780 top manager di diversi paesi chiedendo loro quale valore attribuissero alla qualità di vita ed è emerso che il 66% considera questo aspetto prioritario all’interno delle strategie aziendali, tanto da intraprendere anche varie iniziative a supporto di un miglioramento del benessere dei dipendenti.

Lo studio ha anche esaminato i trend relativi ai servizi di Facility Management, facendo emergere che cleaning, manutenzione e sicurezza, ovvero i servizi maggiormente esternalizzati, stanno diventando sempre più strategici proprio al fine di assicurare un ambiente di lavoro in cui i dipendenti si sentano apprezzati e sicuri.

Un ambiente di lavoro a misura dei lavoratori infatti non solo incrementa la semplicità e l’efficienza delle attività quotidiane, ma migliora anche l’interazione sociale tra colleghi e promuove un impatto positivo sulla salute e il benessere dei dipendenti.

wellness job

E TU LAVORERESTI IL GIORNO DI NATALE?

BY: Staff AZ Services Point

Le feste comandate rappresentano per la maggior parte di noi un giorno di riposo sancito per legge; ma avete mai pensato a quante persone sono invece costrette a lavorare durante le festività? Tante! Basti pensare alle strutture sanitarie che, per ovvi motivi, non possono fermarsi mai, oppure ai centri commerciali, che sono letteralmente presi d’assalto durante i giorni di festa.

La questione riveste una grandissima importanza soprattutto per le imprese di pulizia, servizi integrati e multiservizi. Infatti, se per il lavoro domenicale è prevista una flessibilità sancita dalla legge, lo stesso non può dirsi per le festività infrasettimanali celebrative di ricorrenze religiose e civili.

Ecco perché ha fatto notizia la recente sentenza della Cassazione n. 16592/2015, che ha dato ragione a una lavoratrice sanzionata per essersi rifiutata di prestare servizio nei giorni festivi infrasettimanali nel punto vendita di una catena di negozi, ribadendo che il lavoratore può prestare servizio durante le festività infrasettimanali solo previo accordo con il datore di lavoro, e comunque senza esserne obbligato.

Quindi, datori di lavoro fate attenzione! D’ora in avanti sarà necessario proporre al dipendente una rinuncia all’esercizio del diritto alle festività infrasettimanali. Che ciò avvenga alla stipula del contratto individuale e quindi a validità indeterminata, che sia rinnovata annualmente o richiesta per ogni singolo giorno festivo, la libertà è totale… a patto, naturalmente, che lo si faccia.

lavoro festivo

L’Italia riparte grazie al Facility Management

BY: Staff AZ Services Point

L’Italia riparte grazie al Facility Management

Chi l’avrebbe detto? E invece proprio il settore del Facility Management è destinato ad accendere la scintilla della ripresa economica del nostro Paese. È questo ciò che è emerso a Roma lo scorso 18 marzo dall’incontro “Il Facility Management in Italia: il mercato pubblico, il mercato privato”.

Secondo i dati presentati al convegno, il comparto dei servizi di “Facility Management” per la gestione e la valorizzazione dei patrimoni immobiliari (manutenzione, pulizia, igiene ambientale, energia, security, logistica…), rappresenta un settore economico in continua e costante crescita che anche nel 2014 ha registrato un forte sviluppo (+17,2% rispetto al 2013) toccando quota 29,4 miliardi di euro. Numeri peraltro probabilmente sottostimati, in quanto molte stazioni appaltanti pubbliche oggi non riescono a bandire gare a causa della complessità della normativa.

L’attenzione crescente all’efficienza e alla qualità dei servizi che esulano dal core business dell’azienda ha enfatizzato negli ultimi anni il ruolo del Facility Management, considerato ormai non solo una modalità di gestione finalizzata al controllo e alla riduzione dei costi di gestione delle attività di supporto, bensì una leva strategica nella gestione aziendale complessiva.

In questo scenario, che vede il settore dei servizi assumere il ruolo di driver primario dello sviluppo economico ed occupazionale italiano, diventa quindi fondamentale, come è stato sottolineato al convegno, la nascita di un nuovo punto di riferimento “dedicato” – a livello ministeriale e governativo – per il comparto dei servizi di gestione immobiliare, in grado di garantire un’attenzione politica specifica a questo settore economico.

facility_management-resized-600

Stress? No, grazie!

BY: Staff AZ Services Point

Grazie allo sviluppo tecnologico degli ultimi decenni è oggi possibile compiere qualsiasi attività lavorativa molto più rapidamente che in passato. Paradossalmente, però, la velocizzazione del lavoro ha reso i nostri ritmi di vita ancora più frenetici e il tempo è divenuto una risorsa sempre più scarsa e preziosa.

Questa problematica risulta in maniera ancora più evidente nel campo del Facility Management, dato che la prontezza nella risposta è un elemento essenziale, così come la capacità di organizzare le proprie attività senza farsi prendere dal panico a causa del succedersi delle richieste e dello stress che deriva dalla necessità di doverle fronteggiare contemporaneamente, essendo spesso tutte estremamente urgenti.

L’ottimizzazione del tempo è quindi la priorità di qualsiasi Facility Manager, per raggiungere gli obiettivi in maniera efficiente ed efficace, riducendo al minimo lo spreco delle risorse. La cattiva gestione del tempo si traduce infatti inevitabilmente in un costo rilevante per il committente. Dove invece il Facility Manager e i relativi fornitori di servizi riusciranno a rispondere fattivamente alle diverse necessità dell’azienda, riuscendo ad assegnare alle priorità il giusto grado di importanza, solo allora si otterrà un rilevante valore aggiunto nell’ambito del processo di outsourcing dell’azienda.

Ecco perché la scelta corretta del Facility Management ha un’importanza strategica quando si decide di operare in outsourcing!

time-management-concept

 

Fonte: http://www.ifma.it/index.php?pagina=articolo.php&id_articolo=601

OUTSOURCING, QUESTO SCONOSCIUTO

BY: Staff AZ Services Point

Un metodo efficace per aumentare il rendimento dell’azienda è sicuramente l’outsourcing, vale a dire l’affidamento a terzi esterni qualificati di alcune attività che richiedono un alto grado di competenza, in modo che l’azienda possa concentrare energie e risorse sul proprio core business, cioè sulle attività strategiche e sui processi produttivi che sono alla base della sua redditività.

Affidandosi all’outsourcing, grazie all’ottimizzazione della produzione e alla razionalizzazione delle risorse interne, non solo l’azienda realizza un aumento di rendimento, ma ottiene anche una riduzione dei rischi, dei costi diretti variabili e delle spese d’investimento.

I settori che più rientrano nell’outsourcing per l’alto contenuto di specializzazione richiesto sono quelli legati alle telecomunicazioni, all’informatica e alla manutenzione tecnologica in generale, dove un partner esterno riesce a soddisfare precise esigenze gestionali che sarebbe troppo oneroso coprire internamente, non solo a causa dell’elevata specializzazione, ma anche del continuo aggiornamento richiesto.

Nella scelta del partner di outsourcing è determinante la presenza una serie di requisiti fondamentali, primi fra tutti l’affidabilità e la competenza tecnica, perché l’outsourcer non è un semplice fornitore con un incarico transitorio, ma un partner che si assume la piena responsabilità di un servizio a lungo termine gestendolo in autonomia per conto del committente.

Burocrazia: uno dei principali ostacoli alla crescita

BY: Staff AZ Services Point

Per crescere e creare nuovi posti di lavoro le imprese necessitano di servizi pubblici efficienti e di una legislazione chiara e facilmente applicabile.

In questi ultimi anni, invece, i tempi e i costi della burocrazia sono diventati una disfunzione radicata.  Incomunicabilità, mancanza di trasparenza, incertezza dei tempi e adempimenti onerosi hanno generato un velo di sfiducia tra imprese private e pubblica amministrazione che non sarà facile eliminare.

Il costo della burocrazia sul nostro sistema produttivo ha superato i 30 miliardi di euro all’anno. Questa situazione ha costretto moltissime aziende a trascurare il proprio business per occupare gran parte del tempo alla compilazione di certificati e scartoffie varie, un’anomalia che deve essere assolutamente rimossa.

Inoltre, secondo un’elaborazione della CGIA su dati della Banca mondiale, oltre all’imponente sforzo economico per pagare le tasse in Italia sono necessarie 269 ore all’anno, pari a 33 giorni lavorativi.

CONTATTI

INDIRIZZO
AZ SERVICES POINT S.r.l.
Via Giorgio Jan, 5 - 20129 Milano (MI)
TELEFONO
Tel: +39 02 36 52 16 65
INDIRIZZO MAIL
info@azservicespoint.com
SIAMO CERTIFICATI