Responsabilità decennale per chi effettua lavori di manutenzione

BY: Staff AZ Services Point

Una recente sentenza della Corte di Cassazione ha stabilito che le imprese che effettuano lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria sono responsabili per dieci anni degli eventuali difetti, tanto quanto le imprese di costruzione: l’impresa che effettua lavori di modifica di un immobile preesistente ha dunque le stesse responsabilità del suo costruttore.

L’articolo 1669 del Codice Civile prevede infatti che il soggetto che ha realizzato l’opera è responsabile per dieci anni dal compimento nei confronti del committente per gli eventuali difetti di costruzione o per gli eventuali danni causati. La Corte di Cassazione ha precisato che il termine “compimento” non si riferisce solo all’intero edificio, ma anche alla singola opera realizzata successivamente. Allo stesso modo, per “costruzione” non si intende solo la realizzazione ex novo di un immobile, ma anche qualunque intervento successivo.

Ecco perché da oggi anche chi effettua lavori di manutenzione o riparazione sarà responsabile per dieci anni nei confronti del committente per eventuali difetti che compromettano la funzionalità di una parte o di tutto l’edificio e se per rimuoverli siano necessari ulteriori lavori di manutenzione.

Maggiore tutela quindi per il committente, ma per evitare spiacevoli sorprese è sempre meglio affidarsi a imprese certificate quando si tratta di effettuare lavori di manutenzione!

Automation

 

Tags: ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

CONTATTI

INDIRIZZO
AZ SERVICES POINT S.r.l.
Via Giorgio Jan, 5 - 20129 Milano (MI)
TELEFONO
Tel: +39 02 36 52 16 65
INDIRIZZO MAIL
info@azservicespoint.com
SIAMO CERTIFICATI